Facebook

Aksinia Mihaylova

Aksinia Mihaylova-foto di Franco FalascaAksinia Mihaylova è nata il 13 aprile 1963 nel nord-est della Bulgaria. Dopo il Liceo di lingua francese si è laureata all’Università degli Studi di Sofia “San Clemente di Ocrida”, facoltà di lingue slave. Nel 1990 è la co-fondatrice della rivista letteraria “Ah, Maria” dove collabora anche in prima persona come redattrice. Autrice di sei raccolte di poesia apparse in bulgaro. Considerata una della maggiori poete bulgare, è stata tradotta e pubblicata in 15 lingue. Sue poesie sono presenti in diverse antologie e diverse riviste letterarie cartacee e on line in Francia, Belgio, Canada, USA, Italia, Spagna, Moldavia, Romania, Slovacchia, Serbia, Croazia, Macedonia, Slovenia, Lituania, Lettonia, Turchia, Grecia, Egitto, Cina, Australia e Giappone.

Ha pubblicato i seguenti libri di poesia in Bulgaria: Тревите на съня (Le erbe del sogno) София, Български писател, 1994; Луна в празен вагон (Luna in un vagone vuoto) София: ФБЛ Аквариум Средиземноморие, 2004; Три сезона / Trois Saisons (Tre stagioni), libro bilingue in bulgaro e francese, издателство ЛЦР, 2005; Най-ниската част на небето (La parte più bassa del cielo) София: ФБЛ, 2008; Разкопчаване на тялото (Sbottonare il corpo). Пловдив, Жанет 45, 2011 (Premio nazionale di poesia Hristo Fotev, 2012 e Premio nazionale di letteratura Miloch Ziapkov, 2012); Смяна на огледалата (Cambio degli specchi). Пловдив, Жанет 45, 2015

È autrice della raccolta di poesia scritta in francese Ciel à perdre (Gallimard, Collection Blanche, 2014; 73° Prix Apoollinaire) e due raccolte di poesia tradotte e pubblicate in slovacco Domptage, LIC, Bratislava (2007) e in arabo En attendant le vent, Cairo, (2013).

In qualità di traduttrice ha trasposto in bulgaro una trentina di opere. Tra gli autori tradotti si possono menzionare George Battaille, Pierre Bourgeade, Vénus Khoury-Ghata, Liliane Wouters, Guy Goffette, Sylvie Germain, Anise Koltz, Linda Maria Baros, Rose-Marie François, Jean-Claude Villain, Lambert Schlechter, Anne Wiazemsky, Alexis Jenni e altri. Nel 1992 è stata tra i fondatori del movimento Cap à l’Est, che riunisce poeti dell’Europa centrale ed orientale, sotto la direzione del “Théâtre Molière – Maison de la poésie” di Parigi.

È stata curatrice e tradutrice di un’antologia della poesia lettonе, pubblicata in bulgaro (2008) e di un’antologia della poesia lituanа (2007). Ha partecipato a numerosi festival e eventi di poesia e ricevuto svariati premi in Bulgaria e all’estero per le sue poesie e le sue traduzioni tra cui emerge il premio francese Guillaume Apollinaire 2014 per il suo libro scritto in francese Ciel à perdre (Gallimard, 2014).

Membro di PEN club bulgaro, L’Unione dei traduttori in Bulgaria e l’Associazione degli scrittori bulgari.

Vive e lavora a Sofia, Bulgaria. Scrive in bulgaro e in francese.

Aksinia Mihailova, poet and translator, was born in 1963 in the northwest region of Bulgaria. Graduated in French Language College and St. Climent Ohridsky University in Sofia – master degree in Bulgarian philology. Co-founder of the first Bulgarian private literary magazine “Ah, Maria”. Author of 6 poetry books in Bulgarian and one poetry book in French Ciel à perdre (Gallimard, 2014).

Her books of selected poems have been published in Slovak Krotenie LIC, Bratislava (2006), and Arabic Waiting for the wind, Cairo, (2013).

Her poems have been translated into 17 European languages and published also in the USA, Canada, Australia, Turkey, Egypt, Japаn and China.

She has translated over 30 books of poetry and prose.

She has received several awords for his poetry and translations in Bulgaria and abroad.

In 2014 she received the prestigious French poetry prize Prix Guillaume Apollinaire 2014 for her book Ciel à perdre (A sky to lose),Gallimard, 2014.

She lives and works in Sofia.

No widget added yet.

Follow Us

Get the latest posts delivered to your mailbox: