Facebook

aprendo l’agenda del deserto

Vedere come la memoria

elemosini ricordi sghembi

e voli verso qualche

stravagante conclusione,

non è detto che quei versi

non consumino la loro vendetta,

 

nella traccia

di una prigione sicura,

hanno compiuto l’esistenza

aprendo l’agenda del deserto,

anche senza scoprire

sofferenze e indicazioni

 

rivisitano quanto

hanno bevuto dalle parole,

il caso riemerge

come una nuvola di gas.

 

Gregorio Scalise, Opera – opera. Poesie scelte 1968 – 2007,  luca sossella editore 2007

 

No widget added yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Follow Us

Get the latest posts delivered to your mailbox:

%d bloggers like this: