Facebook

Corrado Govoni, Le mani della mamma

Le mani della mamma

 

Quando perdemmo tutto,

ci restarono ancora le tue mani

come una grande ricchezza.

Come due foglie verdi di sole

nascondevano sempre qualche cosa:

un uccellino d’ oro, un fiore, un frutto.

Se le posavi,

eran bianche colombe avute in dono;

se per casa le alzavi,

tu ci accendevi sempre un caldo lume;

se le cambiavi di posto

per noi muovevi sempre un angelo nascosto;

se sedevi in disparte solitaria,

raccolta come una Madonna bambina,

le intrecciavi sul seno a coroncina …

No widget added yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Follow Us

Get the latest posts delivered to your mailbox:

%d bloggers like this: