Facebook

Eloisa Ticozzi, Figli segreti

Attestato di merito anche per Eloisa Ticozzi al 34° Premio Lorenzo Montano, sezione raccolta inedita. 
Iris News pubblica una poesia da Figli segreti (Edizioni Kolibris 2019), con la traduzione di Gray Sutherland.

Di notte le vene sputano l’anima
di corridoi di sangue nell’aria
gli oggetti nell’oscurità
hanno contorni che assomigliano
a proboscidi vuote d’elefante
il mio viso uguale a se stesso,
gli occhi fanali che mentono la propria luce
e sulla bocca frasi accumulate con disordine.
Non sono una scintilla di fragilità dispersa
che si alimenta del dormiveglia di occhi,
non possiedo brandelli di buio nelle mani.
Farnetico la bellezza d’oceani umani
quando la pressione d’aria preme sul volto.
La notte proviene dalle anime dell’universo
che la disegnano
tutta la notte io amo il mondo,
tutta la notte io vivo.

Eloisa Ticozzi

At night the veins spit out the soul
of corridors of blood in the air
the objects in the dark
have shapes that are like
empty elephant trunks
my face like itself
eyes like lamps that lie their own light
and on my mouth sentences gathered chaotically.
I am not a spark of scattered fragility
that feeds on the drowsiness of eyes,
I have no scraps of dark in my hands.
I rave about the beauty of human oceans
when air pressure presses on my face.
Night comes from the souls of the universe
that draw it
all night long I love the world
all night long I live.

Translated by Gray Sutherland

Eloisa Ticozzi, da Figli segreti
Edizioni Kolibris 2019
Prefazione di Chiara De Luca

No widget added yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Follow Us

Get the latest posts delivered to your mailbox:

%d bloggers like this: