Facebook

Sul sito ufficiale dell’Accademia di Svezia per il Premio Nobel è data da alcuni anni la possibilità di segnalare chi meriterebbe il premio, motivando la scelta e firmando la “petizione”. Le “votazioni” di quest’anno si sono concluse in questi giorni e, un po’ a sorpresa, il nome più votato è quello di Francesco Benozzo, il poeta-cantautore anarchico dell’Appennino già da due anni candidato al Nobel per la Letteratura dal Pen Club. Si tratta di un riconoscimento importante in quanto ufficializzato dalla stessa Accademia di Svezia attraverso il suo sito internet.

l nostro poeta è stato votato soprattutto all’estero, e specialmente in Spagna, in Scozia e Irlanda, negli Stati Uniti e in Canada. A votarlo (più di trecento preferenze) sono state per la maggior parte riviste di poesia e associazioni letterarie, quali «Poetry Flash» (Berkeley), «Potomac Review» (Maryland), «The Boston Review», «Post Road Magazine» (Toronto), «Pittsburg Quarterly», «The Scottish Centre for Contemporary Literature» e altri.

Tra le motivazioni spicca quasi sempre la duplice ispirazione – da un lato quella geologica ed epica e dall’altro quella anarchica e libertaria – della sua poesia, con riferimenti alla sua capacità di attingere alle tradizioni orali, alla sua attività di musicista e cantautore e alla sua lontananza da giochi di tipo geopolitico e geoculturale.

No widget added yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Follow Us

Get the latest posts delivered to your mailbox:

%d bloggers like this: