Facebook

Giuseppe Ferrara, Cambio di ora

Cambio di ora

Spiccando il rametto dal ramo più basso
del ciliegio fiorito non pensò al dolore del tronco
ma al sorriso di chi l’aspettava ancora nel letto
tra il confine dell’ora solare con quella legale
lo stesso confine del gesto compiuto.

Quando appese le lenzuola umide al sole
dall’alto guardò il ciliegio e lo spazio svuotato
che aveva versato nella bottiglia azzurra:
quel fiore bianco fresco e già asciutto.
Tutto le apparve buono e pulito; così esatto.

 

Giuseppe Ferrara, inedito

No widget added yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Follow Us

Get the latest posts delivered to your mailbox:

%d bloggers like this: