Facebook

Pasqualina Alfieri, L’energia dell’amore

Mi piacerebbe essere
dove il tempo non segna le ore
e il respiro è pieno di poesia.
Un’isola
dove perdersi
e lasciare le chiavi.
Invecchiare?
Ma no ,
la vita non invecchia,
siamo noi che ci stanchiamo.
Io respiro la stessa aria
di quando bambina
ridevo felice.
Ora perché quella lacrima?
È cresciuta
e non gioca più,
lei
l’isola che abbraccia la penna,
sarà un libro che tutti desidereranno leggere.

 

 

 

 

 

CON TE
ho dipinto sorsi felici
su tele di vita..
saltellando nei colori ,
con occhi chiusi ,
ho disegnato campi fioriti .

La vedi questa gioia?
Sembra briciola di un tormento
eppure non si lamenta .

Il torrente ci trasporta ,
se vuoi restare
Lascia che tutto vada
e prosegui,
in una piena
di fantasia…

 

 

 

 

 

Sei bella.
Bella quando ridi
bella anche se piangi.
Sei bella.
Bella se cammini
ma pure quando cadi.
Bella quando corri felice
ma anche quando ferma
chiudi il sorriso.
Sei bella.
Bella quando lotti la guerra,
bella quando riposi nella speranza.
Sei così bella
che mi perdo nei tuoi giorni,
negli anni che corrono
mentre segna il tempo
sulla pelle del mio viso.
Sei bella,
bella vita mia
che ti amo così,
ti amo così come sei,
con i tuoi passi, le tue
ore, i tuoi momenti,
le tue paure, le tue certezze.
Sei bella vita mia.

 

 

 

 

 

Ti Amo
così tanto
che riesco a guardarti
dentro…
OLTRE
attraverso il bagliore che acceca.
Il tuo calore mi avvolge
e si scioglie la paura.
Ti amo così tanto
che morire tra le tue
braccia
è vita che fiorisce
il tuo potere
distrugge resistenza,
mi perdo
nel tuo splendore.
AMARTI
è tremare e continuare

 

 

 

 

 

Piove
su ombre riflesse
e si bagnano illusioni.
Trema la paura
e non ha freddo.
Il dolore va e resta,
sembra grigio
il dolore va e resta
sembra grigio
il colore che veste.
Forse…
Forse si cancella mentre
si riempie
Quando…?
È quanto mi basta,
saper restare
mentre si allontana
e smette di tremare

 

 

 

 

 

Non salirò
nessun gradino
senza averti vicino.

 

 

 

 

 

Non chiedermi
cosa ne ho fatto
di quei possi perduti
del mio cammino.
Ho raccolto sassi
e lasciato impronte
ai margini di un rivolo
su sponde distrutte.
La Gramigna
aggrappata al terreno
le sue radici nella polvere dura.

Non chiedermi perché…
ho provato,
ho lottato, ho perso.
Sono senza più forza.

L’energia dell’amore
scorre e resiste
dammi una ragione
perché nulla più muoia.

 

 

 

 

 

EHI
sta parlando quel suono dolce.
Una carezza sfiora il cuore.
————-ASCOLTA ,
non ti accorgi che si riempie
——-di noi. ..
Non si stanca di girare intorno.
————-BALLIAMO
la musica vive nelle sue opere
e noi siamo note
disegnate sul destino.
Ci sentiamo grandi
ma siamo piccoli giganti.
————-LA PACE
non smette di strappare
lacrime al dolore
che nessuno sopporta.
Vorrei essere leggerezza
e pesare la certezza,
abbracciati un solo istante
e restare per sempre.

 

 

 

 

Sai
dovresti sorridere più spesso
e togliere veli alla tristezza.
Sai
saresti bellezza del paradiso
e morirebbe bruciato
l ‘inferno d’invidia.
Sai
devi sorridere sempre ,
cosi,
sempre più spesso.
Nei tuoi occhi
solo lacrime felici,
gioia che brilla .
Sai…
è bello
il tuo sorriso.

Pasqualina Alfieri

No widget added yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Follow Us

Get the latest posts delivered to your mailbox:

%d bloggers like this: