Facebook

Patrick Williamson

 

Da Nel santuario, Samuele Editore, 2013, traduzione di Guido Cupani

 

Williamson_1

 

 

Wood

 

 

Whirl, leaves, see

the old trunk, the other

 

side, eyeholes

barely wide, light

 

licking up the rough,

a springboard shoots out

 

to hallow welkin, the

fallen wood cruxes

 

dig into dark green

nothing but bark,

 

rivulet-dried

hard to the sap –

 

the other

side, ditch,

 

scurrying woodlice,

soulless scrub

some-one else’s pile.

 

 

 

 

 

Legno

 

 

Vortice, foglie, guarda

il vecchio tronco, l’altro

 

lato, solo un occhio

appena aperto, ruvidità

 

lambita dalla luce,

braccio proteso

 

nella sacra volta, le

croci di legno caduto

 

scavano nel verde cupo

solo corteccia,

 

rivolo secco

duro alla linfa –

 

l’altro

lato, lo scolo,

 

brulichio di tarme,

cespuglio senz’anima

il cumulo di un altro.

 

 

 

 

 

Gently

 

 

Winds blow,

swirl away dust,

 

inside shivers, you

the ghost tree, papery

 

napkins that furl,

tremble in a breeze, see

 

life pockets inner

fruit, all else is less

 

important, small deaths,

dusk of winter –

 

a dove pales,

ruffles for flight.

 

 

 

 

 

Delicatamente

 

 

Soffiano brezze,

avvoltolano polvere,

 

dentro i brividi, tu

l’albero di carta, velina

 

accartocciata

tremi nella brezza, vedi

 

la vita intascare il frutto

nascosto, tutto il resto è meno

 

importante, morti minute,

annottare d’inverno –

 

una colomba sbianca,

s’inarca per il volo.

 

 

 

 

 

Moonscale

 

 

Delicately fragranced

the outline of the shadow

you cast

 

clarity through the window

frame

 

this untouchable light.

 

Blackstained, the ground

silk has no centre

 

the shining field no before

no after the fence.

 

Horizons eliminated

the stark relief

of twisting silhouettes

 

evidence

the existence of light

clouded for an instant.

 

 

 

 

 

Scaglia di luna

 

 

Delicato profumo

il contorno dell’ombra

ai tuoi piedi

 

chiarità nel riquadro della

finestra

 

questa luce impalpabile.

 

Non ha centro il drappo di seta

inondato di buio

 

lo splendido campo, né davanti

né dietro il recinto.

 

Cancellati orizzonti

il netto rilievo

di profili allacciati

 

ne è prova

l’esistenza di luce

per un attimo in ombra.

 

 

 

 

 

Afterwords

 

 

Reach for the axe on the wall,

smash your fist on the table glass,

I will always love you.

 

Cut the stiffness, let speech

break into fragments –

uncomfortable, held back.

 

Step through a minefield

of niceties, choosing your words.

 

I want to get blotto, fly

into the light-filled valley

away from the Phoenix,

to the source of being.

 

 

 

 

 

Postilla

 

 

Prendi l’ascia sul muro,

rompiti il pugno sul tavolo di vetro,

io ti amerò per sempre.

 

Basta con le moine, il discorso

lascialo andare in pezzi –

fastidioso, trattenuto.

 

Varca il campo minato dei convenevoli

scegliendo le parole.

 

Voglio prendermi una sbornia, volare

nella valle inondata di luce,

via dalla Fenice,

alla fonte dell’essere.

 

 

 

 

 

The yew

 

 

cannot be touched

its height surveys all

 

its bark lies in strips

on the rotten earth

 

its berries splat red stuff

its kernel is poison

 

the yew has withstood

tempests, war, foulness

 

its needles say

words are mere gusts

 

its roots converse

with the bedrock

 

it sought the light

it found shade.

 

 

 

 

 

Il tasso

 

 

non lo si può toccare

sovrasta ogni cosa in altezza

 

la sua corteccia giace

a brandelli sulla terra marcia

 

le sue bacche spremono materia rossa

il suo gheriglio è veleno

 

il tasso ha sopportato

tempeste, guerre, orrore

 

i suoi aghi dicono

il vuoto refolo delle parole

 

le sue radici discorrono

con la dura roccia

 

cercava la luce

trovò le tenebre.

 

 

 

 

 

Morning

 

 

Behind me, the door swings shut,

the wind has gone, light fragments.

I scrutinize through misted glasses,

My mother has a vivid response, tenses.

I take note of all possible intrigues.

The first soot-black cup hits the senses.

My mother speaks a fibrous language,

I undulate like the ocean, prostrate.

I am your heir on this earth,

guardian of your memory, earthbound in recesses

of your history, of your love.

 

 

 

 

 

Mattino

 

 

La porta si chiude alle mie spalle,

il vento è calato, frammenti di luce.

Scruto attraverso lenti appannate,

mia madre risponde di slancio e s’acciglia.

Prendo nota dei possibili intrighi.

La prima tazza nera di fuliggine.

Mia madre parla una lingua fibrosa,

io beccheggio come oceano e mi prostro.

Sono il tuo erede sopra questa terra,

custode della tua memoria sepolta nei recessi

della tua storia, del tuo amore.

 

 

 

 

 

Final credits

 

 

Huddled, the flickering stops

abruptly, test card, hum;

House for company, listen.

 

Where now? The Rayburn glows

the fridge blazes, blink

a smack of bottled milk scolds.

 

What else? Dim passage ways,

creaking stairs, stride up,

the parliament that creeps to one,

blackout lights, cloud.

 

Clammy. Shut out night screeches,

moon probes a model plane.

Turn, as the house wakes,

face the wall, another rotten day.

 

 

 

 

Titoli di coda

 

 

Rannicchiato, il tremolio di colpo

tace, sospeso, un sibilo;

ascolta, la casa come compagna.

 

Dove si va? Il Rayburn brilla

divampa il frigorifero, ammicca,

un sorso di latte freddo

mi rimprovera.

 

Cos’altro? Corridoi oscuri,

scale cigolanti, sali ad ampie falcate,

la pendola insegue l’ora,

luci oscurate, una nube.

 

Viscido. Stride la notte chiusa fuori,

la luna ispeziona un aeroplano

giocattolo. Mi giro, la casa si sveglia,

di fronte al muro, un altro giorno marcio.

 

 

 

 

 

 

Da Beneficato, Samuele Editore, 2015

 

williamson2

 

 

I became, after death,

even more intense

I ran away leaped down

as a boy remarkable

in my fifties inspired

with flight that same night

boasted I can

how I ran hell flew

in terrific shape

sturdy naked sides so

his bones crumbled

nothing but soot

 

 

 

 

 

Diventai, post-mortem,

ancora più deciso

fuggii balzai

come ragazzo notevole

a cinquant’anni ispirato

alla fuga la notte stessa

urlai che potevo

come corsi cristo volavo

in forma smagliante

turgido il fianco nudo e

le sue ossa si sbriciolarono

sporcizia, nient’altro

 

 

 

 

 

Meeting after all

the judge

somewhat flat-faced

cordial

offered a cup

vigilance

the ironic weight of this

if genuine

was treatable

judge said

to the hard edge

your works

weren’t good enough

 

 

 

 

 

Incontrare alla fine

il giudice

viso inespressivo

cordiale

mi ha offerto una tazza

diffidenza

peso ironico di tutto ciò

se era genuino

si poteva curare

disse il giudice

alla pena più dura

le tue opere

non erano abbastanza buone

 

 

 

 

 

He stopped me

see what I mean

death and rebirth

the soul’s journey

past the gates of death

hold it

go for that

thing called

love

 

 

 

 

 

Mi fermò

capisci che intendo

morte e rinascita

viaggio dell’anima

oltre i confini della morte

calma, calma

cerca quella

cosa chiamata

amore

 

 

 

 

 

Unusually free

lifted into flight

believed the wicked

improved my position

kindliness patience sanity

keep my mouth shut

far beyond this

many people whispered

dumb

being entirely separate

 

 

 

 

 

Libero come non mai

sollevato in volo

credevo che i dannati

mi mettessero in buona luce

gentilezza pazienza senno

tenere la bocca chiusa

ben oltre a ciò

molti sussurravano

stupido

mi erano del tutto separati

 

 

 

 

 

So I kept thinking

about fate

I couldn’t tell him

what good was betrayal

a man should believe

words, words, words

it’s wonderful

starry heavens

moral majesty

one the other

plenty of

immortality

 

 

 

 

 

Così rimuginai

sul fato

non sono riuscito a dirgli

a che valeva il tradimento

un uomo dovrebbe credere

parole, parole, parole

che meraviglia

cielo stellato

splendore morale

uno l’altro

immortalità

a non finire

 

 

 

 

 

Broken in a terrific state

through the crackling

current, desperate

so man came out

so to speak

how furiously pale

I thought strangely

he could not cross over

trying to dodge

he clapped his hand, wanted

you alone?

alone. I’m alone.

 

 

 

 

 

Rotto in condizioni pietose

in mezzo al crepitio

della corrente, disperato

così l’uomo venne alla luce

per così dire

furiosamente pallido

stranamente pensai

non potesse guadare

provando a schivare

batté la mano, volle

sei solo?

solo. Sono solo

 

 

 

 

 

My job in the bag

muttering drunken

had little to say

if you’d like to go

I don’t feel quite ready

I told you it was just

we’ve known

written about each

cheerful season for us

if I have to go

I can count on you

 

 

 

 

 

Compiuto il lavoro

borbottando ubriaco

non avevo granché da dire

se desideri andare

non mi sento ancora pronto

te l’ho detto era solo

quel che abbiamo saputo

scritto di ciascuna

allegra stagione per noi

se devo andarmene

posso contare su di te

 

Casa della Poesia di Milano, Palazzina Liberty, Amos Mattio e Alessandro Canzian propongono una serata di Poesia Internazionale con Patrick Williamson (Nel santuario, Samuele Editore 2013, collana Scilla, prefazione di Anne Talvaz; Beneficato, Samuele Editore 2015, collana Scilla, prefazione di Guido Cupani) e Nguyen Chi Trung (“Venti”, Samuele Editore 2014, collana Scilla, prefazione di Zingonia Zingone)

milanoaprile1

No widget added yet.

geo_public:
0, 0

4 comments

  1. pacw625 Reply

    Grazie molto! Many thanks for putting up details of my poetry and the event.
    Patrick Williamson

  2. pacw625 Reply

    Many thanks for putting up my work and flagging the event in Milan. Grazie bene!

    1. Kolibris Reply

      Thank you for your poems Patrick. I’m glad to have had the opportunity to host them, it’s a pleasure and an honour for us and a good chance for our readers. All the very best and good luck in Milan! Chiara De Luca

      1. pacw625 Reply

        Hope to see you there or at another event! Best for now P

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Follow Us

Get the latest posts delivered to your mailbox:

%d bloggers like this: