Facebook

Duetti

Duettanti
Mina (stra)vagante, in arte Minuzza. Vespa Special 50
Testina. Anonima lavoratrice precaria

 

 

Perché le cose noi le trasformiamo
non sono qui, appena riconosciute
noi ne facciamo specchi della nostra sostanza.

R. M. Rilke

 

Dalla sezione Duetti

 

Dio C’è

–  Minuzza?
–  Eh.
–  Dio c’è.
–  Chi te l’ha detto?
–  Ne ho le prove.
–  Ovvero?
–  Stamattina mi hanno tirato giù dal letto.
–  Non è una novità.
–  Ma stavolta mi hanno fissato un colloquio di lavoro express.
–  Ah… quando?
–  Stamattina.
–  Ma stamattina è passata.
–  Lo so, Minuzza.
–  Dunque è per quello che sei ricomparsa in garage dopo tre giorni e hai girato tutta la città consultando la cartina?
–  Esatto
–  E perché non me l’hai detto?
–  Dovevo realizzare.
–  Cosa?
–  Che abbiamo battuto il record.
– Di che?
–  Dello scarto minimo.
–  In che senso?
–  Tra il momento della convocazione e quello del colloquio.
– Per quello non me ne sono accorta.
–  Di che?
–  Che andavi a un colloquio.
–  Perché?
–  Non avevi il solito sorrisetto idiota di default.
– Non ho fatto in tempo a ripristinare il sistema
– Ho visto… E tu vai a un colloquio in modalità provvisoria?
– Evidentemente funziona. Il Programma CoCoCo(glione al Cubo). Ce l’hanno tutti di serie ormai.
–  E quindi?
–  Bisogna giocare sull’effetto sorpresa.
– Presentandosi vestiti da adolescenti al concerto?
– Ti sembravo un’adolescente in concerto?
–  No.
–  Ah.
–  AL concerto.
–  Pazienza. Comunque è fatta.
–  Cosa?
–  Il colloquio non possiamo metterlo in collezione.
–  Perché?
–  Perché mi han preso.
–  Gli alieni?
–  No. Al colloquio.
–  Ma vava…
–  Davvero, Minuzza.
–  Ti hanno assunta?
–  Beh, no… di Assunta ce n’è una sola.
– Al solito… Per quanti giorni?
–  Novanta.
–  Cazzo. Giura!
–  Giuro.
–  Niente roba intellettuale e sottopagata, eh?
– Assolutamente no. Solo sottopagata.
– Dio sia lodato.

 

dalla sezione Domande alla Minuzza

 

DOMANDE, 1

–  Minuzza, Minuzza!
–  Eh?
–  Perché la gente ti tradisce?
– Perché ha troppo tempo libero, Testina.

 

DOMANDE, 2

–  Minuzza, Minuzza!
–  Eh?
–  Che differenza c’è tra un “generoso” e un “coglione”?
–  Nessuna, Testina.
–  Perché?
– È solo una questione di sfumature di registro linguistico.

 

DOMANDE, 5

–  Minuzza, Minuzza!
–  Eh?
–  Perché è tutto flessibile tranne l’affitto?
– Perché il padrone di casa è inflessibile, Testina.
–  E perché, Minuzza?
–  Perché lui mangia tutti i giorni, Testina.

 

DOMANDE, 7

–  Minuzza, Minuzza!
–  Eh?
–  Esiste il perdono?
–  No, Testina.
–  No?
–  Esistono le amnesie.
– Davvero?
– Certo.  E si spera siano temporanee.

 

 

DOMANDE, 9

–  Minuzza, Minuzza!
–  Eh?
–  Perché ogni datore di lavoro crede di essere l’unico, non ti da niente e pretende tutto?
– Perché è un uomo, Testina.

 

DOMANDE, 10

– Minuzza, Minuzza!
– Eh?
– Come mai oggi un tizio mi ha detto che le donne sono tutte vacche?
– Si vede che la sua ha più corna di un cesto di lumache, Testina.

 

DOMANDE, 11

–  Minuzza, Minuzza!
–  Eh?
–  Cos’è l’assoluzione dei peccati?
– La pillola del giorno dopo della coscienza, Testina.

 

DOMANDE, 12

–  Minuzza, Minuzza!
–  Eh?
– È vero che bisogna fidarsi della gente?
– Può darsi, Testina. Ma non di quelli che te lo hanno detto.

 

DOMANDE, 14

–  Minuzza, Minuzza!
–  Eh?
–  È vero che gli amici si vedono nel momento del “bisogno”?
–  No, Testina.
–  No?
–  Sarebbe indelicato, Testina.

 

DOMANDE, 16

–  Minuzza, Minuzza!
–  Eh?
–  Perché non bisogna sparare sulla Croce Rossa?
– Perché ti fai auto goal, Testina.

[…]

Chiara De Luca, da Duetti (estratto del romanzo precario Vita da Special)
I Duetti sono stati pubblicati nell’antologia Fare, disfare, rifare. Fantasia, rischio e fatica nel lavoro delle donne.

No widget added yet.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Follow Us

Get the latest posts delivered to your mailbox:

%d bloggers like this: